Home Page

02.10.07

lavoro repubblica Botte a Bolzaneto il vicequestore non ricorda

lavoro repubblica

Anna Poggi gestiva la caserma con Perugini
Botte a Bolzaneto il vicequestore non ricorda

HA lasciato oggettivamente perplessi la testimonianza di Anna Poggi, genovese, funzionario di polizia imputato per le violenze e i soprusi commessi nella caserma di Bolzaneto ai danni di centinaia di no-global. Il vicequestore, che durante il G8 del 2001 sovrintendeva - con Alessandro Perugini - la gestione del "centro di prima detenzione", è stato interrogato a lungo ieri mattina dai pm Patrizia Petruzziello e Vittorio Ranieri Miniati. Ha sostanzialmente confermato di non aver visto «nulla di strano»: nessuna aggressione, neppure un piccolo insulto. Niente. Eppure, nella struttura ha lavorato per 49 ore in 3 giorni. «Non ricordo», «non ho visto», «non ho sentito», ha ripetuto per circa un´ora il funzionario. Non avrebbe lasciato il suo ufficio che in un paio di occasioni, senza naturalmente notare niente di strano. Ha semplicemente testimoniato di aver sentito un odore leggermente acre, per qualche secondo: più tardi Perugini le avrebbe riferito di aver sentito dire che qualcuno nelle celle aveva spruzzato del gas urticante contro alcuni fermati. «Ricordo solo di aver visto in una cella un gruppo di 6 o 7 ragazze che stavano sedute un cerchio. Non ricordo persone in piedi. In un´altra celle vidi degli uomini, in piedi con il volto verso il centro della cella. Non chiesi nulla in merito alla posizione che mi sembrò normale», ha tagliato corto Anna Poggi.

.
.