Home Page

28.03.08

Secolo xix Luperi ai giudici: «Sono addolorato per le persone ferite»


Secolo xix

Luperi ai giudici: «Sono addolorato per le persone ferite»
il processo per la diaz


L'allora vice capo dell'Ucigos ha reso una dichiarazione spontanea. «Non
potevo pensare
che fosse tutto falso»


28/03/2008
GENOVA. «Sono sinceramente addolorato per questa vicenda, per le persone
ferite e per gli arrestati. Sono un uomo delle istituzioni e attendo
perciò con fiducia il giudizio della magistratura». Lo ha detto questa
mattina Giovanni Luperi, all'epoca del G8 vice capo Ucigos, uno dei
vertici della polizia imputati nel processo per la sanguinosa irruzione
nella scuola Diaz.
Luperi ha reso ieri mattina spontanee dichiarazioni (la formula che non
consente di opporre contestazioni su episodi specifici) davanti al
tribunale e ai pubblici ministeri Enrico Zucca e Francesco Cardona Albini.
Dapprima ha spiegato il suo ruolo durante i giorni del G8 a Genova: «Non
era di polizia giudiziaria, ma solo di coordinamento e di natura
informativa. In particolare sulla la notte della Diaz, Luperi ha
raccontato che si trovava davanti alla scuola solo per organizzare la
perquisizione.
«Poi cominciarono a uscire i feriti - ha raccontato - e a quel punto
potevo anche pensare che fossero stati atti di violenza gratuita da parte
delle forze dell'ordine oppure di una certa resistenza da parte degli
occupanti l'istituto».
«A un certo punto - ha aggiunto - un agente ci ha raccontato anche di
essere stato accoltellato da un noglobal dentro la scuola. Poi i
poliziotti incominciarono a portare fuori della scuola gli oggetti
sequestrati: mazze, bastoni, e le due bottiglie molotov». Luperi ha
aggiunto: «Francamente non potevo pensare che fosse tutto falso». In
precedenza aveva ripercorso le fasi che precedettero la decisione
d'intervenire nell'istituto, le riunioni operative convocate d'urgenza in
questura a Genova. Soprattutto, Gratteri (come molti altri funzionari di
polizia hanno fatto nel corso del processo, ndr) ha ribadito che gran
parte delle scelte «furono prese dal prefetto Arnaldo La Barbera
(scomparso pochi mesi fa). Quello che ho ricoperto io era un ruolo
diverso».
Dopo Luperi è stata la volta di Paolo Elia Capra, ex direttore sanitario
del San Martino e presente al pronto soccorso la sera della Diaz, mentre
l'accusa ieri mattina ha anche depositato un filmato inedito del free
lance inglese Mark Cowell, ferito a terra davanti alla scuola Diaz, mentre
veniva soccorso da due militi del 118. Cowell è una delle parti lese nel
processo.

.
.